Divano: usare con moderazione

31 maggio 2017by Dott.ssa Erika Rossi
IMG_0098-1280x853.jpg

Buon giorno! 🙂

Parliamo del rapporto dei pazienti con l’attività fisica. Se il paziente viene da me per un percorso di dimagrimento, spiego fin dal primo incontro che lavoreremo insieme sia su un piano alimentare ipocalorico (quindi ridurremo le entrate energetiche), sia su uno stile di vita più attivo (per aumentare le uscite energetiche ed avere così un bilancio energetico negativo).

Le reazioni più comuni sono di due tipi:

«Guardi dottoressa, ho capito quello che mi dice, ma la mia giornata è così piena che non potrò mai inserire nessun tipo di attività fisica, neanche salire le scale: per me ogni minuto è contato»,

oppure «Certo dottoressa, io ho sempre fatto sport, so che senza fare esercizio fisico non dimagrirò, ho già deciso di andare a correre tutti i giorni per almeno un’ora».

Ad entrambe le tipologie, con un approccio diverso, consegno un diario dell’attività fisica. Ebbene, sapete cosa succede quando li rivedo? I primi di solito hanno inserito buone quantità di attività fisica, sorprendenti rispetto alle premesse e sono contenti perché avvertono i benefici di uno stile di vita più attivo, i secondi ancora sono saldamenti ancorati al divano.

Perché?

Ho riscontrato, ovviamente sto semplificando, due motivi principali:

  1. alcuni pensano “tutto o niente”, cioè o riescono a ritagliarsi minimo un’ora ogni giorno per fare sport oppure, secondo loro, non ne vale la pena.
  2. Altri davvero vorrebbero muoversi di più, ma non abbastanza da tradurre in azione questa volontà.

Due suggerimenti:

  1. è meglio avere un programma per fare una moderata attività fisica costantemente che rimandare sempre e non fare mai niente oppure iscriversi in palestra per una settimana di intenso esercizio fisico giornaliero e poi abbandonare di nuovo completamente. Una camminata di mezz’ora per la maggior parte dei giorni della settimana è un ottimo e ragionevole obiettivo iniziale.
  2. Ormai ce lo ripetono da anni, le prove scientifiche ci sono, il buon senso dà conferma: uno stile di vita attivo è fondamentale per la salute. Quindi mi segnerò in agenda, come mi segno gli appuntamenti di lavoro o dal medico, gli “appuntamenti” con l’esercizio fisico: ad esempio lunedì dalle 19 alle 19,30, martedì dalle 21 alle 21,30, mercoledì sono più libero la mattina, allora dalle 7 alle 7,30 etc, etc. e organizzo così la mia settimana. Posso anche pensare di unire l’esercizio ad altre attività: mentre cammino posso fare delle telefonate di lavoro, posso camminare o andare in palestra con un amico, posso pedalare e ascoltare una guida per imparare una nuova lingua. E queste sono solo alcune idee! 😉

Studio

A Prato, nella zona di Paperino,
presso gli Studi Medici della P.A.
Prato Sud
in via Fosso del Masi 110/112

Contatti

Telefono:
Per informazioni o per prenotare
un appuntamento: (+39) 349 55 81 944

Email:
erika.rossi@assaporalasalute.it dott.erikarossidietista@gmail.com